Giurisprudenza penale

Dai domiciliari al pronto soccorso: è evasione?

La Corte di Cassazione, VI Sez. penale, sentenza n. 45004/2018 ha stabilito che integra il reato di evasione colui che, in regime di arresti domiciliari, sapendo che era tenuto in base alle prescrizioni indicate nel provvedimento cautelare ad informare le autorità addette al suo controllo delle uscite, non aveva attivato alcuna forma di comunicazione, neppure telefonica, per recarsi in ospedale. Pertanto, ad avviso della Corte, ai fini del dolo,  l'imputato era ben al corrente di tale proceduta, tanto da averla già attuata in occasioni precedenti.